SPEDIZIONE GRATIS PER ORDINI MAGGIORI DI 50,00 €

Doccia mare e piscina col PICC: ecco le soluzioni

di il

Avere un catetere PICC è indispensabile per le terapie a cui si è sottoposti, ma allo stesso tempo può creare qualche fastidioso impedimento in alcune delle attività quotidiane e in quelle stagionali che si desidera fare durante l'estate. In questo articolo approfondiremo alcune delle possibili soluzioni per proteggere il PICC in doccia, in mare o in piscina

Andare al mare o in piscina o più semplicemente lavarsi può portare a qualche piccolo problema o rischio al presidio medico. Doversi privare di una vacanza o del semplice sentirsi puliti e profumati dopo una bella doccia non è giusto, soprattutto considerati i lunghi periodi nei quali il PICC deve essere utilizzato. Per fortuna è possibile dotarsi di alcune soluzioni che permettono a tutti i pazienti di condurre una normale e serena vita pur indossando un impianto PICC.

Prima di tutto cerchiamo evitate le soluzioni fai da te come bendaggi artigianali o addirittura l'avvolgere la parte con la pellicola trasparente per alimenti. Questi sistemi sono poco utili e potrebbero non assolvere alle funzioni protettive. L'ideale è affidarsi a protezioni consone, come ad esempio quelle distribuite dall'azienda Dry Pro.

Sotto la doccia

È bene dividere la scelta della protezione più adatta al PICC tra quelle di uso quotidiano e quelle per occasioni particolari. Nel quotidiano, per preservare la parte interessata durante una doccia può essere utile usare delle protezioni leggere che proteggono il PICC fasciando e tenendo al riparo tutta la zona.

Ne esistono diversi tipi che in molti casi sono usa e getta e possono essere disponibili in confezioni multiple da più prodotti non riutilizzabili. Questo tipo di prodotto è certamente meno invasivo ma non tiene al sicuro la parte in caso di immersione in acqua, ma soltanto dal contatto con essa e con sostanze che potrebbero portare infezioni.

 

Le soluzioni "sottovuoto"

Se si vuole fare un bagno, che sia esso in una vasca, in una piscina o in mare, è necessario affidarsi a prodotti che rendono completamente impermeabile la zona interessata creando il sottovuoto. Si tratta di prodotti che possono essere riutilizzati e dalla tenuta stagna maggiore. La protezione più comune di questo tipo è quella a a mezzo braccio, poco invasiva e in molti casi discreta perché color carne.

In alternativa alla protezione a mezzo braccio, ci sono le classiche protezioni impermeabili usate per le ingessature di braccia e gambe che assolvono al medesimo compito tenendo al sicuro tutto l'arto.

Questo tipo di protezioni ovviamente è più visibile, ma permette anche attività quali il nuoto. Ovviamente questa è indicata anche per la doccia e possiede un sistema di applicazione semplice: dopo averla infilata, un pompetta tira l'aria via dalla zona e crea il sottovuoto permettendo di essere usato da soli.

Queste soluzioni potrebbero essere utili anche quando vuoi tenere al riparo il PICC durante altri tipi di attività quotidiane che possono essere fonte di pericolo infezioni o altro per il catetere. Ricordati che c'è sempre un modo per vivere una vita serena e dinamica anche durante il periodo di cura.


Lascia un commento

Si prega di notare che i commenti sono soggetti ad approvazione prima di essere pubblicati